Caratteristiche

Progetto di Auditorium.

Obiettivi

Pubblico l'idea per semplice condivisione.

Necessità di sviluppo

Bisogno Coefficiente Share & Action
Trovare architetti interessati ad approfondire lo studio. Alto
Creare un prototipo in scala. Alto
Realizzare il progetto. Alto

Descrizione

Il cerchio che quadra nella bidimensione, cosa diventerebbe nelle tre dimensioni dello spazio? E se a queste si aggiungesse la quarta, la dimensione del tempo? Tutto ciò a servizio del suono, innanzitutto, e dell’immagine, percepiti come realtà in moto costante, dinamico e non perpetuo.

Fig. 1_I sentieri della musica nella sferaE’ possibile creare uno spazio entro cui la musica possa camminare? Uno spazio entro cui l’onda sonora segua un percorso stabilito? E che, col suo movimento, scuota l’animo dalle fondamenta? Una sorta di avvolgimento acustico dinamico percepito nello spazio e, in maniera analoga, nel tempo in momenti diversi, è possibile?

Fig. 2_I cinque solidi regolari di EuclideNel sesto secolo A. C., Pitagora studiava il potere curativo della musica ed il modo in cui essa si propaga nelle sfere, interferendo e stimolando i “corpi celesti” che in esse agiscono. Secoli dopo, Keplero si convinse che l’armonia musicale espressa per rapporti matematici coincidesse con l’armonia della sfera: “Io affermo e dimostro che i movimenti dei pianeti sono modulati secondo i principi armonici delle sfere” (Harmonices Mundi, Keplero, 1619). Secondo Keplero, però, seguendo i principi armonici delle sfere, risultava impossibile giungere ad una stabile consonanza armonica perché la differenza fra la massima e la minima velocità angolare dei pianeti giungeva sempre ad una proporzione imperfetta, con margini di errore di circa un semitono.

Fig. 3_La musica della sferaTuttavia, se nelle tre dimensioni all’interno della sfera si includesse il cubo, così come nelle due dimensioni all’interno del cerchio Leonardo Da Vinci incluse il quadrato per definire la proporzione aurea, e se il cubo potesse essere modulato opportunamente per ridurre e, anzi, abbattere il margine di imperfezione della sfera, si può pensare che il rapporto armonico diventerebbe perfetto? E se in queste condizioni di spazio organizzato, si conformassero “sentieri” entro cui la musica possa muoversi liberamente e ordinatamente, sarebbe possibile “guidare” le armonie secondo schemi ben prefissati e permettere che si intreccino creando nuove proporzioni armoniche?

Un esempio può forse spiegare meglio il risultato che intendo raggiungere. Qualche anno fa, visitai con un amico la Cattedrale di St. Paul a Londra, progettata dall’architetto inglese Christopher Wren nel 1666. Visitammo la cappella della Cattedrale, chiamata “Whispering Chapel“, che con i suoi 48 metri di diametro è una delle più spettacolari e grandi al mondo. In quella “cappella dei sospiri”, Christopher Wren realizzò – senza volerlo..! – un fenomeno acustico sorprendente: il mio amico ed io ci mettemmo agli estremi del diametro, uno di fronte all’altro; ad un tratto io esclamai sospirando: “Ciao Luca!”, e pochi secondi dopo, quella modulazione di suono giunse alle orecchie del mio amico alla stessa frequenza ed alla stessa intensità di quando venne generata. Lui fece poi lo stesso, e quando sentii il suo saluto scoppiai a ridere!

Fig. 4_Il suono torna all'origineDunque il suono non soltanto può seguire percorsi ben stabiliti, ma può anche viaggiare nel tempo in maniera ponderata (anche se imprevista, visto che Wren proprio non se lo aspettava..!). Che sia per riflessioni, rimbalzi o assorbimenti, la propagazione del suono varia nello spazio a seconda delle condizioni di quello spazio. Quindi se l’architettura permettesse un ambiente tale da consentire al suono di propagarsi da un’origine, per poi tornare a quell’origine (come ho cercato di immaginare in figura 4), e continuare a propagarsi ancora per un poco permettendo ad un altro suono di amalgamarsi ad esso per creare un armonia consonante, che tipo di esperienza armonica sarebbe possibile ascoltare? E quale tipo di composizione melodico/armonica sarebbe necessaria per rispettare quei nuovi percorsi di propagazione di frequenze?

Fig. 5_L'anello infinitoL’approssimazione più verosimile che mi viene da pensare è il “loop” in quadrifonia, o ancor meglio – in termini di avvolgimento del suono – in Dolby Surround Pro Logic IIx: ovvero, a una sorta di frase melodica di partenza che torni all’origine per essere arricchita da una nuova frase melodica, ed ancora un’altra ed un’altra ancora, e che la somma delle frasi porti ad un’armonia che si può perpetrare potenzialmente all’infinito (fig. 5). Eppure la quadrifonia o il surround non si propagano esattamente in maniera sferica, e non sono essi stessi lo spazio architettonico che accoglie e governa il suono, bensì sistemi di riproduzione audio che si basano sulla generazione del suono tramite sorgenti di amplificazione.

Per cui è necessario architettare lo spazio diversamente: ad esempio, facendo in modo che sfera e cubo possano armonizzarsi spazialmente nelle tre dimensioni così come Leonardo è riuscito a far quadrare il cerchio nella bidimensione. Prossimamente, arricchirò il progetto con un’assonometria dell’Auditorium conformato secondo il principio della (spero l’espressione non suoni antipatica) “sfera che cuba”..!

2 Commenti
  1. Author
    Gian Lorenzo 1 anno fa

    Ecco un effetto acustico simile di cui si può fare esperienza presso il Battistero di Pisa: https://www.facebook.com/TgrRaiToscana/videos/1134264060022776/
    Non è esattamente lo stesso avvolgimento sonoro dell’Uomo di Vitruvio, però rende l’idea del tipo di risultato che si potrebbe raggiungere con i giusti accorgimenti architettonici.

  2. Marika 6 anni fa

    L’idea mi piace. Aspetto l’assonometria del progetto con ansia, così saprò darti un parere più dettagliato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accetto

*

CONTATTACI!

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

©2019 Jai Guru Deva The Creative Network _ P.I. 10943410018 _ PRIVACY _ COOKIES

Segui il Network dei Creativi sui social!
oppure

Accedi con le tue credenziali

oppure    

Forgot your details?

oppure

Create Account