Caratteristiche

Laboratorio teatrale.

Obiettivi

Pubblico l'idea per semplice condivisione.

Necessità di sviluppo

Bisogno Coefficiente Share & Action
Attrarre partecipanti. Alto

Descrizione

Associazione Culturale Scarpette Rosse e Associazione Comala

LABORATORIO TEATRALE
“SI PUO FARE!”
Gestazione per-formativa dell’Amleto di Shakespeare

Risponderò che se oggi siamo così totalmente incapaci di dare un’idea di Eschilo, Sofocle o di Shakespeare che renda loro giustizia, ciò è dovuto al fatto che abbiamo perso il senso della fisica del loro teatro. E’ perchè l’aspetto direttamente umano e attivo del loro modo di parlare e muoversi, l’insieme del ritmo scenico ci sfugge, un aspetto che dovrebbe avere altrettanta se non addirittura maggiore importanza della stupenda dissezione orale della psicologia dei loro eroi”.

(Lettere sul linguaggio, Antonin Artaud)

Si propone un percorso laboratoriale di affinamento e di messa in gioco creativa degli strumenti già acquisiti in precedenti esperienze di laboratori e/o corsi di teatro; un’ immersione totale nella gestione delle diverse maestranze che permettono la realizzazione di uno spettacolo.
Lo scopo è rendere l’attore/attrice quanto più possibile un autore/autrice delle proprie urgenze creative, in piena consapevolezza.
Il laboratorio offre ad ogni partecipante la possibilità di curare una drammaturgia e/o una regia proprie, assistiti ed accompagnati da due attrici professioniste: due “levatrici artistiche” di idee.

SI PUO FARE!” è il motto della prima fase di laboratorio. Il lavoro di ricerca teatrale sarà incentrato sull’Amleto di Shakespeare. La sfida per ogni allieva/o sarà quella di una gestazione creativa del testo finalizzata al dare vita ad immagini, riscritture, attualizzazioni, metafore artistiche e teatrali che scaturiscano dall’incontro/collisione della propria sensibilità creativa e le pagine dell’Amleto.

Le conduttrici del laboratorio, oltre a gestire un utile ripasso delle basi del fare teatrale tramite un training fisico e vocale ed improvvisazioni pertinenti al tema del laboratorio, daranno un supporto pratico e tecnico alla realizzazione delle idee, suggerendo modalità di relazione collaborative e dando un riscontro critico finalizzato alla precisazione delle proposte degli allievi/allieve: chiavi di lettura, scenografie, musiche, costumi, luci, utilizzo dello spazio, registri di recitazione, etc…

Al termine della prima fase (Ottobre/Marzo 2015) è prevista la presentazione dei propri lavori al pubblico.
La seconda fase (Aprile/Giugno 2015) vedrà l’attuarsi di una messa in scena integrale dell’Amleto di Shakespeare, uno spettacolo che si avvarrà dei partecipanti come interpreti dei personaggi e di una regia (curata da Thuline Andreoni in collaborazione con Federica Tripodi) che avrà fatto tesoro delle singole ricerche, suggestioni, immagini e riscritture dei mesi precedenti.

Requisiti: avere esperienza di due o più anni di laboratori e/o corsi di teatro.
Quando: un incontro settimanale al Lunedi sera, dalle 20:00 alle 22:30
Dove: c/o Polo Creativo 3.65, Corso Ferrucci, 65/a, Torino
Contributo richiesto: 60 euro mensili più tessera annuale di Associazione Comala (10 euro).
Prima lezione di prova gratuita.
Conduttrici: Thuline Andreoni e Federica Tripodi

PRIMA LEZIONE DI PROVA GRATUITA LUNEDI 29 SETTEMBRE 2014 
Prenotazione Obbligatoria  PRENOTA

Info e prenotazioni:

3331234272

 ass.cult.scarpetterosse@gmail.com

THULINE ANDREONI

Attrice di prosa ed operatrice teatrale classe 1981, diplomata nel 2007 alla Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi. Preparazione eterogenea con Kuniaki Ida, Maria Consagra, Elizabeth Boeke, Marco Plini, Ambra d’Amico, Tatiana Olear, Maurizio Schmidt, Massimo Navone, Jean Claude Penchenat e Eugenio Allegri. Nel 2008 partecipa come operatrice teatrale al lavoro di Teatro Comunità “I Teatri dell’Abitare” promosso dal Comune di Torino. Ha lavorato come attrice per il regista Claudio Longhi (Teatro Stabile di Torino ne “Il matrimonio di Figaro”), e in “Il Lancio del Nano” (Festival della Scienza di Genova) , “I mercati invisibili” (Mercati Traianei a Roma), “Yugen o dell’incanto sottile” (a cura dell’Associazione teatrale Mimesis). Ha lavorato inoltre per il Teatro Franco Parenti di Milano, diretta da Andrée Ruth Shammah in “Al Mercato”(Aprile 2010 anche al Teatro Tieffe di Milano, spazio Mil) e in “Polveri” con la regia di Franco Collimato. Dal 2009 fa parte della Compagnia Marco Gobetti, con cui cura la realizzazione dell’evento “I Santi sulla strada” (dicembre 2009) e la co-direzione nel progetto “La vera storia di Hilario Halubras” (da maggio 2010). Nel 2011 collabora in veste di narratrice nello spettacolo di burattini “La principessa Preziosa” (Giugno e Settembre), regia di Beppe Rizzo, Compagnia Oltreilponte Teatro. Con la Compagnia Marco Gobetti nel 2011 recita in “METAMORFOSI SU STRADA – Lugano, 3 settembre 2011” e nel 2012 in “Il Comico e la vita – Da un saggio del filosofo Carlo Sini nasce una creazione pubblica” a Solaro e Cinisello Balsamo (Aprile e Settembre 2012); con la stessa compagnia recita anche nei progetti “Il pensiero politico: letture integrali in vetrina” e “Ex libris Juke-Box”. Nel 2012 (Luglio e Settembre) recita nello spettacolo “Omissis-non dimenticare” della compagnia Tekhné Teatro. Nel 2012 partecipa a Torino alla realizzazione del progetto “52fiabe – un anno di fiabe in 52 repliche”, pure recitando in “Barbablu”, “Scarpette Rosse” e “Il Mago di Oz”. A Ottobre 2013 ha interpretato Eleonora Duse nello spettacolo “Oìkìa”, della compagnia TeAtracoré, regia di Sara Consoli e Sara Sottile. Nel 2013 fonda, assieme a Federica Tripodi, l’Associazione Culturale Scarpette Rosse. Da Gennaio 2014 partecipa in veste di co-ideatrice e conduttrice al progetto “Voci Fuori dal Cerchio- Il cerchio dele parole in azione”, cerchi di lettura pubblica partecipata associati a lezioni pubbliche di dizione e lettura ad alta voce. A Febbraio 2014 va in scena con “Questo Viaggio Chiamavamo Amore”, lettura drammatizzata tratta dal carteggio Aleramo-Campana, andato in scena a Rubiana. A Marzo 2014 va in scena nello spettacolo “La Montagna dei Sette Vetri” al Teatro Vittoria di Torino (Compagnia Refrain). A Maggio 2014 cura, assieme a Morena Luciani Russo, la regia e recita in “Aedee-Datrice di Vita”, performance rituale nata in collaborazione con Associazione Laima, ed andata in scena a Roma alla Casa Internazionale delle Donne in occasione del convegno internazionale su Marija Gimbutas ( la prossima replica dello spettacolo è prevista il 26 Settembre 2014 a Villa 5 a Collegno). In veste di conduttrice Thuline Andreoni organizza numerosi laboratori teatrali e sulla creatività rivolti alle diverse fasce d’età.

FEDERICA TRIPODI

Attrice, conduttrice teatrale e operatrice di Teatro Sociale e di Comunità. Inizia la sua formazione presso la Scuola di Teatro diretta da Massimo Scaglione a Torino tra il 1997 e il 2000.
Formazione eterogenea con Mamadou Dioume, César Brie, Eugenio Allegri, Marcello Magni, Maria Maglietta, Andreè Ruth Shammah, Gabriele Vacis, Oscar De Summa, Giovanna Mori, Maria Consagra.
Intraprende un percorso formativo attoriale permanente nel gruppo di lavoro “Atelier Teatro” con la direzione artistica di Mamadou Dioume tra il 2006 il 2009.
Ha lavorato come attrice con i registi Luciano Nattino, Andreè Ruth Shammah, Eugenio Allegri, Mamadou Dioume, Alessandra Rossi Ghiglione.
Lavora in qualità di attrice e operatrice di Teatro Sociale nel del progetto di Teatro in Carcere “Tagliare la corda” diretto da Claudio Montagna, presso il carcere Lorusso e Cotugno” di Torino. Lavora in qualità di attrice e operatrice di Teatro di Comunità nel Progetto vincitore primo classificato bando europeo Cultura 2011 “Caravan artists on the road” con lo spettacolo “Precipito” in versione italiana e spagnola.
E’ attrice nello spettacolo diretto da Carlo Nigra “Velvet Bunny”, vincitore del “Premio Produzione Nuove Sensibilità 2010”.
E’ ideatrice e attrice nel progetto spettacolo “ Si chiude bottega” prodotto dal festival Asti Teatro 32. Ha lavorato come attrice per il Teatro Franco Parenti di Milano, diretta da Andreè Ruth Shammah in “Al Mercato”(2010).
E’ Attrice nello spettacolo “Forever young” con la regia di Alessandra Rossi Ghiglione- Teatro Astra 2013.
E’ attrice nello spettacolo “Un regalo fuori orario”, testo di Luciano Nattino con il patrocinio dell’A.I.S.L.A. (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica) coprodotto da Asti Teatro 36, in collaborazione con Théâtre du Chêne Noir / Festival Avignon (2014).
Ha lavorato come formatrice e operatrice di teatro sociale e di comunità presso il centro psicosociale di Tripoli (Libia) in collaborazione con IOM (Organizzazione internazionale per le Migrazioni) e Master di Teatro Sociale Università di Torino (2013). E’ conduttrice nel progetto “Voci fuori dal Cerchio” con l’Associazione Scarpette Rosse.
Lavora come conduttrice di laboratori teatrali rivolti a bambini e ragazzi presso istituti scolastici e presso comunità per persone portatrici di disagio.
Ha all’attivo il Diploma di Master di Teatro Sociale e di Comunità presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Torino diretto da Alessandra Rossi Ghiglione e Alesssandro Pontremoli (anno accademico 2009/2010).
Attualmente lavora come attrice e operatrice teatrale, insieme a Thuline Andreoni, nell’Associazione Culturale Scarpette Rosse di Torino.

Non sono ancora presenti commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accetto

*

©2019 Jai Guru Deva The Creative Network _ P.I. 10943410018 _ PRIVACY _ COOKIES

CONTATTACI!

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

[recaptcha]

Segui il Network dei Creativi sui social!

oppure

Accedi con le tue credenziali

oppure    

Forgot your details?

oppure

Create Account